ANTOLOGIA DI RACCONTI - I Doni della Mente, LE NEWS

LA NEBBIA, una anteprima…


Oggi dalle mie finestre non si vede altro che una coltre spessa di nebbia, bianca, soffice nella sua incontrastata solidità. Ovattata avvolge questo mondo e lo soffoca, lo imprigiona, deridendo chi pensa di poter vincere il suo candido spessore. Non scorgo neppure il mare, la veduta che ogni mattina mi ricorda perché sono viva e perché sono qui.

Non so neppure perché mai questa visione così anonima risvegli in me il ricordo di quelle mattine colorate, d’autunno, quando non sapevo ancora cosa sarebbe stata la mia vita, e ne avevo paura, mentre godevo delle ore rubate alla scuola. Marinare la scuola, il mio sport preferito. L’appuntamento con i miei amici era sempre all’angolo della strada che conduceva al liceo. Ma da lì si partiva per un viaggio tutto nostro, improvvisato, un tour che poteva finire nelle umide pinete di Ostia, oppure lungo i vialetti del Pincio, fumando come tabagisti incalliti nelle ore della nostra libertà. Preziose quelle mattine, molto più delle ore di insegnamento, perché quella era la vera lezione che non avremmo mai dimenticato.

A cavallo delle moto dei ragazzi, senza casco, con il freddo che sferzava le cosce e la schiena che doleva dopo lunghi tragitti, assaporando il profumo umido di foglie cadute, o di corteccia bagnata, con mani timide e intraprendenti che toccavano il seno per la prima volta, tremando. Non c’era vergogna in quei primi approcci, in quei volti che fatico a rammentare, ma che mi aiutavano a volare verso il mondo dei sentimenti. Senza di loro i miei passi sarebbero stati incerti, timorosi, forse non sarei riuscita a muoverli, neanche volendo.

Eppure, quanto ho camminato poi, credendo di allontanarmi chissà dove, per poi scoprire che, in una giornata nebbiosa come questa, tutto sarebbe tornato a risplendere nel mio animo, volti, sapori, odori illuminati improvvisamente come dalla luce di un set cinematografico. Tutto di nuovo intorno a me.

Da “I nuovi racconti”, Anteprima

Standard
LE NEWS

Uno dei più bei ricordi legato a “Delitti fuori orario”, il primo della Trilogia Romana che usciva due anni fa…


Come ho già avuto modo di dire, sto vivendo un periodo molto difficile legato alla salute di un familiare. Momenti di speranza che si alternano ad attimi di sconforto. Non so come andrà, ma in questo limbo senza tempo è importante rivivere alcune occasioni memorabili, che sono riuscita a godere in pieno, perchè ciò che di bello ci offre la vita va goduto fino in fondo.

Due anni fa usciva “Delitti fuori orario”, il primo della pluripremiata Trilogia Romana, che comprende anche “Delitti negati nei sacri sotterranei” e “Delitti Postdatati”. Se volete vedere la trasmissione che Rai 3 ha dedicato al romanzo:

https://www.google.com/search?client=firefox-b-d&q=daniela+alibrandi+youtube#fpstate=ive&vld=cid:269f8dbe,vid:Y9gZOzYptgs,st:0

Se desiderate leggere il romanzo:

https://danielaalibrandi.com/2020/09/20/dove-acquistare-delitti-fuori-orario/

La Trilogia Romana, così è stata intitolata allo scorso Salone del Libro di Torino:

Standard
LE NEWS

Non mancano belle notizie, anche in un momento difficile…


Purtroppo non posso annoverare questa estate tra le più belle da me vissute, proprio no. Ma anche se sto vivendo un momento particolarmente delicato e difficile per la salute di una persona di famiglia, è bello poter ringraziare gli sconosciuti lettori che hanno proiettato il mio amatissimo primo romanzo, uscito la bellezza di dodici anni fa, al numero 53 dei Best Seller di Kobo Mondadori. https://www.kobo.com/it/it/ebook/nessun-segno-sulla-neve

“Nessun segno sulla neve” (Universo Editoriale) ancora tiene banco e risulta tra i best seller di Kobo e spesso anche di Amazon. Con i ricordi di un’epoca lontana ma sempre viva nei nostri cuori, il Sessantotto romano, è un romanzo capace di far rivivere quelle illusioni e le disperazioni di una generazione che ha determinato un cambiamento definitivo nell’assetto politico e sociale.

Vale la pena leggerlo, non solo perchè ha vinto il Premio Letterario Nazionale Circe 2013 ed è stato tradotto nell’edizione inglese di “No steps on the snow”, di cui nell’estate 2015 parlarono ben cinquanta blog letterari statunitensi. E neanche perchè la nuova edizione di Universo Editoriale è impreziosita dai disegni del pittore Carlo Grechi. Pensandoci bene neppure perchè al romanzo è stato dedicato un evento culturale dell’Estate Romana, nei giardini di Castel Sant’Angelo oltre a innumerevoli recensioni a cinque stelle. Immergersi nelle sue pagine e nella trama intrecciata e coinvolgente, infatti, riporta agli anni della rivolta giovanile, forse mai indagata in modo tanto originale e a un fatto criminoso avvenuto allora e mai risolto. E può dare un senso all’allegoria del titolo che ho scelto all’epoca con grande emozione, essendo quello il mio primo romanzo.

Noi camminiamo sulla nostra vita come fosse una distesa di neve vergine, la calpestiamo, scivoliamo, ci rialziamo. Cosa accadrebbe se, dopo aver terminato il nostro percorso, voltandoci indietro ci accorgessimo di non aver lasciato… “Nessun segno sulla neve”?

https://danielaalibrandi.com/category/nessun-segno-sulla-neve-il-libro/

L’edizione cartacea non è facilmente reperibile, perchè trattasi di un romanzo uscito nel 2010 e rieditato nel 2015 nella splendida pubblicazione di Universo Editoriale. Nel link troverete le librerie che ne sono fornite, a cui aggiungo il Rifugio degli Elfi a Cerveteri, nonchè i riferimenti della casa editrice a cui rivolgersi direttamente. L’ebook, invece, è disponibile immediatamente in tutti più importanti negozi online.

https://danielaalibrandi.com/2019/12/31/dove-acquistare-nessun-segno-sulla-neve/

Standard
I DELITTI NEGATI - recensioni, LE NEWS

Da An _Atypical_ Book_ Reader un giudizio da leggere!


Un grazie di cuore a An Atypical Book Reader e a Gianluca, che ha reso perfettamente e in modo lineare i contenuti del romanzo , le ambientazioni e i personaggi. Primo tra tutti Riccardo Rosco, il commissario di cui ci si innamora!

https://www.instagram.com/p/CgjvL7ZMiMg/?igshid=YmMyMTA2M2Y%3D&fbclid=IwAR2g0Rl4nTFksTy0XF2miUn-weQ0WC3osy1bqj1YKL8qNKqUOeLvAVhLlSk

https://danielaalibrandi.com/2021/11/28/dove-acquistare-delitti-negati-nei-sacri-sotterranei/

Standard
LE NEWS, QUELLE STRANE RAGAZZE - Le recensioni

Se un libro vale non importa la data di uscita


Facendo zapping mi sono imbattuta nella recensione a “Quelle strane ragazze” sul sito La Lampada di Aladino.

https://www.lalampadadialadino.net/single-post/2018/03/16/quelle-strane-ragazze-di-daniela-alibrandi

Bella, profonda, una descrizione incredibilmente autentica dei personaggi, degli intrecci e della magia in cui si snodano le vite delle quattro ragazze e le loro storie che, come dice il recensore, affascinano e indignano allo stesso tempo.

Vi invito a leggerla, perchè è coinvolgente e toccante, lo è stata anche per me…

“Quelle strane ragazze”(Premio Letterario Nazionale Perseide 2014) è in distribuzione globale in tutto il mondo:

https://danielaalibrandi.com/2019/12/30/dove-acquistare-quelle-strane-ragazze/

https://danielaalibrandi.com/category/distribuzione-globale/

Standard
LE NEWS

La disperazione, il sentimento senza fine…


A volte penso che l’unico sentimento che non ha mai fine sia la disperazione. La collera passa, L’amore e la felicità raggiungono vette inaspettate ma possono finire, la gioia anima e rallegra, ma la disperazione no, non raggiunge mai il fondo, si può provarla all’infinito.

QUELLE STRANE RAGAZZE, L’INCIPIT:

Non vedeva l’ora che l’angoscia andasse via. Quella sensazione con la quale si svegliava ed era abituato a convivere per tutta la giornata, finché la notte spaziava nella sua mente come un vento gelido, estirpando anche il più tenero germoglio, impedendogli perfino di sognare. Un sentimento che lo possedeva da un po’, esattamente da quando aveva capito che il tempo per lui era divenuto il timer di una bomba, che segnava un inesorabile countdown. Non sapeva neanche come fosse iniziato, ma a un certo momento, udendo il ticchettio della sua sveglia, l’aveva sentito diverso da sempre, più forte, isolato dai rumori dell’ambiente.

Si era voltato a guardare le lancette e, fissandole, aveva compreso inequivocabilmente che il suo tempo stava per finire. E non c’era nulla che potesse salvarlo. Da quell’istante vedere l’inizio di una nuova giornata inondata di sole, sentire cinguettare gli uccellini primaverili, tutto quanto potesse esserci per rallegrare l’animo umano scavava invece in lui un solco di inadeguatezza, nella cui profondità il suo animo scendeva, inghiottito da un’invincibile sabbia mobile. La sensazione di non poter più respirare lo attanagliava spesso, finché si portava veloce verso l’antica e pesante finestra del salone, aperta la quale il suo sguardo planava indisturbato su piazza Mincio. Poteva udire distintamente l’acqua scorrere dalla bocca delle rane scolpite nella fontana e di fronte a lui si stagliava la sagoma del Villino delle Fate. Eppure lui viveva in una favola. Cosa gli era mai accaduto per riuscire a distorcere la percezione di una realtà meravigliosa fino a farla divenire l’inferno dove il suo corpo e la sua mente stavano ormai bruciando silenziosamente?

Era riuscito a non far trasparire questo suo malessere  e non desiderava condividerlo con nessuno, soprattutto con lei, e per niente al mondo. Se ne vergognava e ne era geloso. Doveva essere solo suo. Ma la fine non sarebbe giunta improvvisa, senza dargli avvisaglie, la morte non l’avrebbe preso quando voleva lei, no, spettava a lui decidere come e quando. Stavolta aveva acquistato delle lamette e stava pensando a come tagliarsi le vene, nel bagno caldo. Fuori si avvertiva il consueto passaggio dal tepore primaverile al caldo estivo, un fermento naturale dal quale lui si sentiva disturbato, e solo per questo aveva preferito chiuderla quella finestra.

Si chiedeva quanto fosse doloroso tagliare i vasi sanguigni, quale impressione facesse vedere il proprio sangue sgorgare denso per mescolarsi lentamente all’acqua. Trovarsi lì, immobile, nell’impossibilità di fermare l’emorragia e di riprendere il vigore che, invece, lo avrebbe abbandonato in modo ritmico e inesorabile, felice anch’esso di uscire da lui e dalla sua disperazione. Iniziò ad aprire il rubinetto dell’acqua calda per riempire l’antica vasca smaltata, che poggiava su quattro zampe di leone, di ottone talmente lucido da farle sembrare dorate. Il vapore iniziò a riempire l’ambiente e lui vi versò delle essenze, non voleva sentire l’odore del sangue.

La vasca, imponente, era posta al centro preciso di una sala da bagno ampia, dalle pareti ricoperte in legno di mogano. E lui iniziò a immergersi in quella linfa fin troppo calda, quasi bollente. Così sdraiato poteva osservare le travi che ricoprivano il soffitto, senza ammirarle. Quanto avrebbe impiegato la vita ad abbandonarlo? Chiuse gli occhi e vide chiaramente il suo corpo affogato nell’acqua rossa di plasma, le sue membra rigide, l’ambiente saturo del suo fetido odore. Prese la lametta e la poggiò delicatamente sulla vena che pulsava veloce, come un’ anguilla che non volesse essere catturata. Spinse la lama e sentì che si era graffiato. Vide una stilla di sangue uscire e, terrorizzato, gettò la lametta in terra. Aprì il rubinetto dell’acqua fredda e tamponò quella microscopica scalfittura nella pelle.

No, non era quello il modo di lasciare l’esistenza. Proprio come non lo era stato il gettarsi di sotto dalla torretta del suo palazzo. Quella volta aveva trascorso un paio d’ore in piedi sotto il tetto, ascoltando i consigli dei numerosi piccioni che lo popolavano, e poi era giunto alla conclusione che il suo corpo sfracellato, proprio vicino alla fontana delle rane, non sarebbe stato un bello spettacolo. Anche quando aveva preso di nascosto l’antica pistola, che veniva custodita nella bacheca, aveva deciso alla fine di non fare fuoco.

Eppure ne aveva meticolosamente oleato gli ingranaggi e pulito la canna, l’aveva caricata e se l’era infilata in bocca. Bastava premere quello stupido grilletto. Ma la visione del suo cervello spiaccicato sul legno di mogano che ricopriva la parete lo aveva fatto desistere.

Insomma, doveva fare in  fretta e trovare il modo più adatto prima o poi. Si alzò dalla vasca e si asciugò. Aprì le finestre del bagno e restò immobile, porgendo il suo corpo nudo al sole che era entrato prorompente, insieme ai rumori della strada e della piazza. “Guardatemi fate! Osservatemi rane! Un giorno mi ricorderete” urlò, come faceva sempre quando decideva di non suicidarsi più.

Uno stralcio da leggere, un delirio da comprendere “Quelle strane ragazze “, ambientato nel quartiere Magico di Roma, il Coppedè, è il romanzo che non dà tregua!

https://danielaalibrandi.com/2019/12/30/dove-acquistare-quelle-strane-ragazze/

https://danielaalibrandi.com/category/distribuzione-globale/

E se siete all’estero:

https://danielaenglishwebsite.wordpress.com/2018/07/20/quelle-strane-ragazze-the-global-distribution/

Standard
Eventi, LE NEWS

I più bei click del Videoclip!


Il Rifugio degli Elfi si distingue per l’atmosfera, per la location nell’antica Cerveteri e per le scelte coraggiose, come quella di trasformarsi in Caffè Libreria e dedicare a interessanti presentazioni di libri e autori l’affascinante spazio antistante al locale. Inoltre produce dei video fantastici e degli elaborati vodeoclip dedicati agli eventi. Sabato 18 giugno è stata la volta del mio “Delitti negati nei sacri sotterranei” (Ianieri Edizioni), il giallo noir di cui hanno parlato Rai 3 e Rai Radio 1:

Per RAI 3:

https://danielaalibrandi.com/category/delitti-negati-nei-sacri-sotterranei-rassegna-stampa/

Per Rai Radio 1:

https://www.raiplaysound.it/audio/2021/12/INCONTRI-DAUTORE-b2a8b83a-eea3-458c-8373-ad84749e3fd9.html?fbclid=IwAR2jq2M_W6EwAIbnE_PqHRsYB8vkMfUgWwSt2N8BppZJyQcDFsjjj9iiAm0

Troverete l’originale videoclip al seguente link:

https://www.facebook.com/ilrifugiodeglielfibarcerveteri/videos/466765445160112

Questa foto ha un significato particolare. Alla mia sinistra Barbara, che gestisce Il Rifugio degli Elfi e organizza meravigliosi eventi letterari, e Il bravissimo attore Altiero Staffa, che ha dato voce alle mie più belle pagine. Alla mia destra Giorgia Gioacchini, con la quale ho condiviso delle occasioni letterarie memorabili, da quando ci siamo conosciute per la presentazione di “Una morte sola non basta” (Del Vecchio Editore). La magia dei legami che la scrittura e la lettura sono in grado di creare.

Per il video integrale dell’evento: https://danielaalibrandi.com/2022/06/20/una-cornice-speciale-per-la-presentazione-del-mio-libro/?fbclid=IwAR2RK7xomUbIikbFuTBft5NSv-j0KUl4aZuP0Y987G1N182qEx5c80_4qjY

https://danielaalibrandi.com/category/dove-acquistare-i-miei-libri/

Standard
Eventi, LE NEWS

Una cornice speciale per la presentazione del mio libro!


Il video integrale:

https://www.facebook.com/ilrifugiodeglielfibarcerveteri/videos/442120733981867

Sabato ci ha accolto una Cerveteri splendente, con il cielo terso e una piacevole brezza che, unita allo scroscio della Fonatana del Mascherone, alle nostre spalle, ha mitigato la calura pomeridiana. Uno scenario luminoso e antico che ci ha incantato dal primo momento. L’evento è stato organizzaro in modo impeccabile dalla libreria caffè Il Rifugio degli Elfi, che si apre proprio sulla piazza Risorgimento. Barbara, che gestisce il locale, è riuscita a fondere il piacere di consumare leccornie e bevande a quello di scoprire il fascino della letteraturaa. Nel caffè libreria, infatti, hanno trovato una sapiente collocazione libri scelti con gusto raffinato, bellissime pubblicazioni di classici e di autori noti, emergenti e perfino esordienti.

Nello spazio antistante il locale vengono organizzate delle interessanti presentazioni a cui assiste gratuitamente il pubblico e chi ama ascoltare, gustando aperitivi e dolci locali all’ombra dei gazebo. Un’idea geniale che avvicinerà molte persone alla lettura e, a mio avviso, anche alla scrittura.

Complimenti a Barbara, alla sua sensibilità e preparazione. A lei e al suo staff va il mio ringraziamento di cuore per la magnifica serata dedicata al mio romanzo “Delitti negati nei sacri sotterranei” e a tutta la mia produzione letteraria.

La giornalista Barbara Pignataro mi intervista sul tema del “peccato”

E ringrazio la giornalista Barbara Pignataro che ha saputo presentare gli scottanti temi del romanzo con grande maestria, focalizzando l’attenzione su alcuni passagi particolari, cercando di fornire risposte a interrogativi riguardanti il peccato e la sua essenza, la punizione e il delitto. La Pignataro ha anche analizzato le ambientazioni, definendole palpabili, e lo stile dei romanzi che compongono la Trilogia Romana (“Delitti fuori orario”, “Delitti negati nei sacri sotterranei” e “Delitti Postdatati”). Si tratta infatti di uno stile particolare, che è stato definito “tridimensionale”, in quanto fonde in modo equilibrato i tre filoni del genere letterario. Il Giallo, che nasce da un crimine e porta alla sua soluzione, il Noir, che immerge il lettore nei pensieri dell’assassino e nelle sensazioni della vittima, e il Thriller, che punta tutto sui colpi di scena. Emozioni che non mancano nei miei romanzi!

La presenza della dott.ssa Maria Rosaria Milana, ricercatore chimico che figura tra i ringraziamenti in appendice al romanzo, ha fornito una spiegazione in più sulla cura che metto nello scrivere e che, nel caso di questa trama, mi ha portato a consultarla per dettagli tecnici che siamo stati bene attenti a non spoilerare. E a entusiasmare il pubblico con le sue letture l’attore Altiero Staffa, che ha voluto dare anche il suo giudizio sul romanzo letto avidamente.

https://danielaalibrandi.com/category/dove-acquistare-i-miei-libri/

Standard
LE NEWS

E’ oggi e ne parlano in tanti!


Inutile dire che vi aspetto numerosi per parlare degli scottanti temi trattati nel romanzo, che suscitano un dialogo coraggioso, capace di superare anche i confini delle sacre soglie per scendere nei misteriosi e sconosciuti sotterranei!

Da La Voce di oggi:

https://www.orticaweb.it/daniela-alibrandi-presenta-delitti-negati-nei-sacri-sotterranei/?fbclid=IwAR2IUFzQifc0hhv3KYTIyiT17glcG3sERZH4GJqeBArorHDQU2l7gTfxJTk

https://baraondanews.it/delitti-negati-nei-sacri-sotterranei-a-cerveteri-la-presentazione-del-libro/

https://www.ilrifugiodeglielfi.it/
Standard
Eventi, LE NEWS

Al Rifugio degli Elfi sveleremo molti segreti! Siete pronti a scendere nei sotterranei?


Vi aspetto sabato 18 giugno alle ore 18:30 presso Il Rifugio degli Elfi, Piazza Risorgimento 12 a Cerveteri. Al centro dell’antica cittadina etrusca, nella suggestiva piazza, parleremo del romanzo “Delitti negati nei sacri sotterranei” e della Trilogia Romana di cui il libro fa parte. Con me saranno la giornalista Barbara Pignataro e Maria Rosaria Milana. Leggerà alcuni brani del romanzo l’attore Altiero Staffa.

Insomma, ci sono tutti i numeri per un appuntamento particolare e da non perdere!

https://www.orticaweb.it/daniela-alibrandi-presenta-delitti-negati-nei-sacri-sotterranei/?fbclid=IwAR3cRHIywtXY5GdXJRHv9HUUMCpMcWcClyotXb9cZmIzBDrbGseIU1VxYsA

Il Video della rubrica Lo Scaffale del TG Lazio RAI 3 dedicato al romanzo

https://danielaalibrandi.com/2021/11/28/dove-acquistare-delitti-negati-nei-sacri-sotterranei/

https://danielaalibrandi.com/category/dove-acquistare-i-miei-libri/

Dai titoli del Tg Lazio Rai 3

Standard
Eventi, LE NEWS

A “Una marina di libri” (Palermo 9-12 giugno)quattro dei miei romanzi!


https://danielaalibrandi.com/category/dove-acquistare-i-miei-libri/

Standard
I DELITTI NEGATI - recensioni, LE NEWS

Borgo Pio, Mura Vaticane ed efferati delitti nella straordinaria recensione di Carlo Legaluppi


Quando una recensione penetra la trama:

“Ritorna con una doppia indagine il commissario Riccardo Rosco, già protagonista di altri romanzi di Daniela Alibrandi. 

La prima riguarda un cosiddetto cold case che il poliziotto decide di approfondire durante “l’esilio punitivo” presso il commissariato in chiusura di un comune del reatino, al quale è stato costretto a causa di un errore che ha commesso nella gestione della sua ultima inchiesta.  

Ed è così che, senza mezzi adeguati e con l’aiuto del solo appuntato Mastraldi prossimo alla pensione, Rosco riesce a comprendere la dinamica di un omicidio avvenuto trent’anni prima e a individuare chi l’ha commesso. 

Intanto che investiga, il commissario freme per ritornare nel suo ufficio romano, nella cui zona di competenza ricade anche Borgo Pio, un rione confinante con le Mura Vaticane, funestato nel periodo natalizio da orrendi delitti. 

Crimini sui quali Rosco, per una somma di circostanze, si ritrova a indagare, facendo emergere contesti di malaffare e situazioni orribili nelle quali sono coinvolte figure laiche e religiose insospettabili.  

Una vicenda dai risvolti inquietanti e pericolosissima per la stessa vita del commissario, che s’intreccia con il rapporto nascente tra lui e la bella Marilena, che sta vivendo un momento coniugale particolarmente delicato e rischioso. 

La storia, scandita costantemente da un’angosciante voce fuori campo, è caratterizzata da una narrazione incalzante e carica di suspense, in cui il bene e il male si confrontano fino alle estreme conseguenze. 

Nel complesso, Delitti negati nei sacri sotterranei è un libro avvincente, connotato da un plot giallo ben equilibrato e da un epilogo non scontato, che mi sento di suggerire di leggere.”

Standard
Eventi, LE NEWS

“La Trilogia Romana”, scelto al Salone del Libro di Torino il titolo per le trame del commissario Rosco


Un passo importante per l’identità di un filone che sta ottenendo sempre maggiore successo. Proprio in occasione del Salone del Libro, la casa Ianieri Edizioni ha presentato al pubblico il tris di romanzi “Delitti fuori orario”, Delitti negati nei sacri sotterranei” e “Delitti Postdatati” coniandone il titolo:

LA TRILOGIA ROMANA

Protagonista il commissario Riccardo Rosco e la sua squadra in una Roma inconsueta, segreta e sotterranea, a cavallo tra la fine dei Settanta e i primi anni Ottanta. Capelli rossi, occhi chiari, barba e baffi di fuoco, alto, sovrappeso, vicino alla quarantina, combatte con il diabete e la pressione alta, carattere ruvido e vita privata disastrata, cui fanno da contrappeso acume e intuito nella ricerca della soluzione eventualmente glissando sul rispetto delle regole” (da Tuttatoscanalibri https://tuttatoscanalibri.com/2022/03/18/la-trilogia-di-daniela-alibrandi-ambientata-a-roma/)

Le trame dei romanzi sono scollegate tra loro e si possono leggere autonomamente. Il filo conduttore è rappresentato solo dalle ambientazioni romane e dalla storia personale del commissario Rosco, per seguire la quale consiglio di leggere i libri nel seguente ordine:

1) DELITTI FUORI ORARIO

SINOSSI: Una dattilografa bisbetica e impicciona decide di rimanere in ufficio fuori orario, per rovistare tra gli effetti personali degli odiati colleghi alla ricerca di materiale compromettente da usare contro di loro; nello stesso momento e nello stesso quartiere si aggira un cinico assassino dalla personalità scissa, intento a mettere in atto il suo gioco crudele, affidando al caso la scelta della sua prossima, ignara vittima. Le vite solitarie di Alice e Mani Fredde/Mani Calde sono destinate a intrecciarsi fatalmente a causa dei bui e semisconosciuti sotterranei del rione Prati di Roma.Le indagini per la scia di insensati delitti che Mani Fredde si lascia alle spalle sono affidate a Riccardo Rosco, commissario dal carattere ruvido e dalla vita privata disastrata, ma ammirato e rispettato dai suoi agenti per le abilità investigative e le sue qualità umane. Solo lui, con l’aiuto della sua squadra affiatata, riuscirà a districare l’oscura matassa degli eventi, purtroppo non senza commettere errori.Roma e la particolare conformazione del suo quartiere Prati, colti sul finire degli anni Settanta e rievocati con maestria, assumono in questo romanzo una funzione di primo piano per il dipanarsi delle vicende, ed è per questo che Delitti fuori orario di Daniela Alibrandi è un noir metropolitano ad alta tensione narrativa da leggere tutto di un fiato.

(Finalista al Concorso Mondadori Romanzi in cerca d’autore 2018 e Segnalazione Premio Speciale Giallo Noir al concorso Città di Grottammare 2020.

Dal TgLazio RAI 3, “Delitti fuori orario” a Lo Scaffale di Rossana Livolsi:

2) DELITTI NEGATI NEI SACRI SOTTERRANEI

SINOSSI: Siamo a Borgo Pio, nel rione romano che costeggia le Mura Vaticane, in un freddo inverno degli anni Ottanta. Mentre fervono i preparativi per il Natale, con i turisti che affollano le strade e il profumo di caldarroste fumanti, il vecchio Rinaldo inizia la giornata come sempre, nella sua bottega di oggetti e abiti sacri. In quelle stesse ore, il commissario Rosco saluta la sua squadra, prima dell’imminente trasferimento presso il commissariato di un comune reatino, la punizione per aver commesso un errore durante la sua ultima indagine. Un esilio forzato che si rivelerà per lui l’occasione per indagare su un delitto commesso trent’anni prima. Le due situazioni, apparentemente scollegate, si intrecceranno con il verificarsi di incredibili eventi e inspiegabili delitti, mentre un’inquietante voce fuori campo accompagna l’intero svolgersi della narrazione. Con uno stile chiaro e un linguaggio pervaso di fede e sacralità, Daniela Alibrandi ci offre un giallo ricco di colpi di scena, dove impera l’eterna lotta tra il Bene e il Male. Chi sferrerà il colpo finale?

In esposizione permanente alla Fiera Italiana dello Scrittore e presentato in occasione del Premio Waw alla carriera 2022

Da Incontri d’Autore di RAI RADIO 1 con Alessandra Rauti:

https://www.raiplaysound.it/audio/2021/12/INCONTRI-DAUTORE-b2a8b83a-eea3-458c-8373-ad84749e3fd9.html?fbclid=IwAR2jq2M_W6EwAIbnE_PqHRsYB8vkMfUgWwSt2N8BppZJyQcDFsjjj9iiAm0

Dal TgLazio RAI 3, “Delitti negati nei sacri sotterranei” a Lo Scaffale di Rossana Livolsi:

3) DELITTI POSTDATATI

SINOSSI: Siamo in un freddissimo inverno romano dei primi anni Ottanta. Mariuccia, una donna dall’aspetto insignificante, che ha scontato tre anni di reclusione, vuole ricostruirsi una vita e, per trovare un impiego, si rivolge al sindacato.Qui, a curare il reinserimento degli ex detenuti nella società, nonché gli aspetti finanziari dei clienti, incontra Raimondo che la fa assumere come donna di servizio a ore presso tre diverse famiglie. Il lunedì e il mercoledì da un’amabile anziana che vive all’Aventino. Il martedì e il giovedì presso la famiglia di un avvocato nel quartiere dell’Eur, e il venerdì a Colle Oppio nel sontuoso attico di un uomo single. Ma la scelta di Raimondo non è affatto casuale. Mariuccia avrà, infatti, il compito di scoprire quanto più possibile sull’inquietante passato dell’anziana Luisa, fino a ricostruire il mistero che la lega alle altre due famiglie dove lei presta servizio. La trama, ricca di suspense e colpi di scena, tesse una complessa tela fatta di storie parallele che si intrecciano all’improvviso, quando tre omicidi si susseguono negli ambienti bene della capitale. I crimini metteranno in allarme i cittadini e a dura prova la squadra del commissario Rosco, chiamata a indagare.”Delitti Postdatati” è il nuovo noir metropolitano ad alta tensione narrativa nel quale lo stile fluido, avvincente e incalzante dell’autrice, come nel precedente romanzo Delitti fuori orario, rende la lettura particolarmente coinvolgente, fino all’ultima pagina.

Premio Poliziesco Gold 2020 al concorso letterario nazionale Gold Crime di Carlo De Filippis e, per i temi trattati, presentato allo Human Rights Festival nell’ambito dell’Estate Romana 2021 e alla biblioteca della Camera dei Deputati nell’ambito della Conferenza Gli Scrittori per la Pace.

Da Incontri d’Autore di RAI RADIO 1 con Alessandra Rauti:

https://www.raiplaysound.it/audio/2021/09/INCONTRI-DAUTORE-2ea0a2ec-d9c9-4fa0-83f1-b6f8ae99a898.html?fbclid=IwAR3vxCAFnuiqqO7cdjHqtEJFZB5teAWaVogaie47L3aWPa_-5qQZGZcW19k

Ripresa dallo Human Rights Festival con il presidente della Consulta della Cultura Massimo Gazzè:

https://www.facebook.com/daniela.alibrandi/videos/1399752563759244

https://danielaalibrandi.com/2020/09/20/dove-acquistare-delitti-fuori-orario/

https://danielaalibrandi.com/2021/11/28/dove-acquistare-delitti-negati-nei-sacri-sotterranei/

https://danielaalibrandi.com/2021/06/18/dove-acquistare-delitti-postdatati/

Standard
Eventi, LE NEWS

Ultimo giorno al Salone del Libro di Torino


Un’altra esperienza da ricordare. Cinque dei miei romanzi in mostra sui prestigiosi stand di editori quali Del Vecchio, Ianieri e Morellini. Oggi l’ultima giornata della fiera, vissuta con maggiore intensità, dopo gli anni difficili della pandemia. La lettura e la scrittura trionferanno sempre, perchè sono le vere forme di libertà e occassioni come queste ne sono la significativa prova.

https://danielaalibrandi.com/category/i-miei-libri/

https://danielaalibrandi.com/category/dove-acquistare-i-miei-libri/

Standard
Eventi, LE NEWS

Al Salone del Libro di Torino 2022, cinque dei miei romanzi!


Essere presente al Salone del Libro di Torino, tra le più prestigiose fiere del libro nazionali, è già un bel traguardo, ma poter annoverare ben cinque dei miei romanzi tra le bellissime pubblicazioni in mostra rappresenta per me un grandissimo orgoglio. E la soddisfazione è ancora maggiore se si considera che i miei libri saranno esposti negli stand di tre importanti editori: Ianieri Edizioni, Morellini Editore e Del Vecchio Editore. Ma andiamo con ordine:

Allo Stand di Ianieri Edizioni, Padiglione 3 Stand P 131, troverete l’intera trilogia composta da “Delitti fuori orario”, “Delitti negati nei sacri sotterranei” e “Delitti Postdatati”. Trame diverse e scollegate, che hanno in comune solo l’ambientazione nella Roma di fine anni Settanta inizio Ottanta, descritta anche nel suo mondo sotterraneo e segreto sconosciuto perfino agli stessi romani, e la squadra del commissario Riccardo Rosco, personaggio tutto da scoprire, che indaga sui diversi crimini.

Padiglione 3, Stand P 131

Ho avuto molte soddisfazioni da questo “filone” giallo noir, con Delitti fuori orario, finalista al concorso Mondadori Romanzi in cerca d’autore e Segnalazione premio speciale giallo noir al concorso Città di Grottammare, Delitti Postdatati, Premio Poliziesco Gold 2020 al concorso Gold Crime, presentato anche allo Human Rights Festival dell’Estate Romana e lo scorso mese di marzo presso la Biblioteca della Camera dei Deputati, e Delitti negati nei sacri sotterranei che, come gli altri, è in esposizione permanente alla Fiera Italiana dello Scrittore, una ribalta internazionale. Tutti sono stati ospiti di Rai Radio1 e dello Scaffale del TG Lazio Rai 3.

E che dire di “Viaggio a Vienna”? Lo troverete allo Stand di Morellini Editore, Padiglione 3 Stand 819 (sulla foto il numero è incompleto). Il romanzo è stato segnalato dai circoli letterari italiani come uno dei più bei libri del 2020 ed è stato inserito nel Torneo Robinson di Repubblica 2021. Ospite della rubrica Incontri d’autore di RAI Radio 1, è apparso su settimanali nazionali come Mio e alla Eat Parade del TG2

Padiglione 3 Stand 819

E infine il sempreverde “Una morte sola non basta” che troverete allo stand di Del Vecchio Editore, Padiglione 3 Stand 14. Questo romanzo è stato presentato anche alla Biblioteca della Camera dei Deputati e si trova, in edizione italiana, nel catalogo delle biblioteche statunitensi di Harvard e di Yale. La sua trama ha suscitato diversi dibattiti e ne hanno parlato importanti quotidiani, come L’Arena di Verona e Brescia Oggi, e alcuni periodici RAI.

Padiglione 3, Stand 14

Vi auguro quindi una bellissima visita al Salone del Libro, invitandovi a visitare gli stand dove vi aspettano i miei romanzi!

https://danielaalibrandi.com/category/dove-acquistare-i-miei-libri/

Standard
Eventi, LE NEWS, Trasmissioni televisive e radiofoniche, Video Gallery

Un “Giallo di Sera” da non perdere!


Il format del programma “Giallo di Sera”, organizzato da Puntozip-la cultura in un piccolo spazio, porta a seguire l’incontro con attenzione continua. Ed è stato così anche per l’appuntamento di lunedì scorso, 9 maggio, dedicato al mio “Delitti negati nei sacri sotterranei” (Ianieri Edizioni). Insieme al conduttore, lo scrittore Carlo Legaluppi, infatti, a intervistarmi è stato il noto fumettista Carlo Rispoli, che non aveva ancora letto il romanzo. Sono state proprio le domande mirate del conduttore a sollecitare la curiosità di Rispoli, che è intervenuto con sapienti e sottili quesiti, per cercare di comprenderne la trama, i personaggi e le ambientazioni.

E’ nato un interessantissimo dialogo, nel quale si sono analizzate le differenze e le similitudini esistenti tra l’arte del fumetto e la narrazione letteraria. Il personaggio di Riccardo Rosco, il commissaro che indaga sugli strani delitti di Borgo Pio, non ha assolutamente le caratteristiche del supereroe, che a volte nasce invece nell’adattamento fumettistico. Al contrario il commissario Rosco è uno di noi, con tutte le debolezze, gli insuccessi e le emozioni, uno che potremmo incontrare e con il quale sarebbe facile imbastire un’amicizia. Alto, leggermente sovrappeso, con una folta capigliatura rosso Tiziano, barba e baffi rosso fuoco e vivaci occhi verdi, risulta un uomo molto affascinante. La sua vita privata è un disastro, con un divorzio alle spalle e molte avventure passeggere. Ma nel romanzo lui inizia a vivere una travagliata storia d’amore con Marilena. E’ un incorreggibile ghiotto, che combatte col diabete e la pressione alta. Insomma, per comprendere bisogna leggere il romanzo, che fa parte della trilogia pubblicata da Ianieri Edizioni tra il 2020 e il 2021. Le trame di Delitti fuori orario, Delitti negati nei sacri sotterranei e Delitti Postdatati, sono diverse e scollegate. In comune hanno solo l’ambientazione nella Roma fotografata alla fine degli anni Settanta e i primi Ottanta, della quale si scoprono luoghi sconosciuti anche ai romani, e il commissario Rosco che con la sua squadra indaga, aggirando a volte le regole pur di arrivare alla soluzione dei casi.

Moltissimi i commenti e interessanti le domande dal pubblico collegato in diretta, relative anche all’opportunità di descrivere scene d’amore o di sesso nei gialli e al mio stile che può essere definito tridimensionale.

Il mio ringraziamento va agli organizzatori del programma, allo scrittore Carlo Legaluppi e al fumettista Carlo Rispoli, con i quali ho condiviso una serata davvero speciale!

Non vi dico di più e vi invito invece a guardare il video al seguente link:

https://www.facebook.com/puntozipnet/videos/776846506631949

Fermo restando che le trame si possono godere autonomamente e in modo scollegato, per chi vuole seguire le vicissitudini della vita di Rosco, l’ordine con cui leggere la trilogia è il seguente:

1)Delitti fuori orario, 2)Delitti negati nei sacri sotterranei, 3)Delitti Postdatati

I romanzi hanno collezionato importanti premi letterari nazionali e sono stati ospiti di periodici RAI, di trasmissioni RAI, come Incontri d’autore di RAI Radio 1, Lo Scaffale del Tg Lazio RAI 3.

Buona Lettura!

https://danielaalibrandi.com/category/dove-acquistare-i-miei-libri/

Standard
Eventi, LE NEWS

E’ stasera, 9 maggio, alle ore 18:30, non mancate!


– sulla pagina di PuntoZip https://www.facebook.com/puntozipnet per chi è su facebook

– sul canale Twitch https://twitch.tv/PuntoZip_ 

Per chi non fosse “social” sarà comunque possibile seguirla all’indirizzo dedicato https://www.puntozip.net/diretta

Standard
LA STAMPA, LE NEWS

La stampa per “Delitti negati nei sacri sotterranei” e il Giallo di Sera


Bellissimi gi articoli dedicati dal quotidiano La Voce e da Orticaweb all’evento di lunedì 9 maggio alle ore 18:30 . Il programma Giallo di Sera, organizzato da Puntozip, la cultura in un piccolo spazio, ospiterà infatti il mio romanzo “Delitti negati nei sacri sotterranei” (Ianieri Edizioni). Sarò intervistata in un format originale che risulterà anche divertente, poichè sarà al buio, cioè con domande e ospiti che conoscerò durante il programma.

La puntata sarà trasmessa in diretta e, per chi di voi è su Facebook, sarà possibile commentare e porre domande al seguente link https://www.facebook.com/puntozipnet

La diretta sarà trasmessa anche sul canale Twitch https://twitch.tv/PuntoZip_

Per chi non fosse “social” sarà comunque possibile seguirla all’indirizzo dedicato https://www.puntozip.net/diretta

https://danielaalibrandi.com/2021/11/28/dove-acquistare-delitti-negati-nei-sacri-sotterranei/

Standard